Logo Ripple

COS’È RIPPLE

I trasferimenti internazionali (tradizionali) sono, di norma, inefficienti: possono richiedere diversi giorni e sono spesso legati a tariffe elevate. Ripple è nata con l’obiettivo di ottimizzare questo tipo di transazioni tra banche ed è diventata una delle criptovalute più importanti del momento. Ripple è, infatti, una piattaforma open source per trasferimenti veloci e peer-to-peer tra qualsiasi tipo di valuta: criptovalute, valute fiduciarie, ecc. Ospita anche la criptovaluta XRP, meglio conosciuta come Ripple. Effettuare una transazione in Ripple costa solo 0,00001 dollari.

Attualmente, banche come Santander, Axis Bank, Yes bank, Westpac, Union Credit, NBAD o UBS sostengono questo progetto. E più le banche la utilizzano come piattaforma per effettuare transazioni, più alto sarà il valore di questa criptovaluta. Se un giorno le banche decidessero di usare il Ripple come moneta bancaria unificata, coloro che hanno investito nel Ripple potrebbero fare una fortuna.

Come funziona Ripple?

Il Ripple (XPR) può essere scambiato con qualsiasi valuta o risorsa digitale sulla rete di Ripple. Tuttavia, il suo utilizzo è indipendente da questo, il che significa che un utente non ha bisogno di XPR per trasferire valute. Per questo motivo, il valore di Ripple è più legato alla rete e alla sua capacità di trasferire rapidamente gli attivi che alla crittografia.

1️⃣ Si effettua un pagamento internazionale.

2️⃣ La vostra banca compra XRP o Ripple.

3️⃣ La vostra banca invia l’XRP alla banca di destinazione.

4️ ⃣ La banca di destinazione vende gli XRP.

5️⃣ Gli attivi vengono depositati sul conto del destinatario.

Il valore di Ripple

Quanto costa un Ripple (XRP)? Il Ripple è oggi una delle criptovalute più importanti del mercato, è la quarta valuta più quotata. Questo token viene utilizzato per trasferire valore attraverso la rete Ripple. Funge da mediatore o da jolly nel cambio delle valute.

Mentre ci sono molte criptovalute che possono essere ottenute attraverso il mining, non si possono minare i Ripple (XRP). Tutte le monete di Ripple sono pre-minate e regolarmente immesse sul mercato. Il modo più semplice per ottenere Ripple è quello di acquistarlo da un broker. Spieghiamo come in Come acquistare Ripple.

MAGGIORI INFORMAZIONI SU RIPPLE

Bitcoin a confronto con Ripple

➡️ Obiettivo: Bitcoin è stato sviluppato come alternativa all’attuale sistema di pagamento, decentralizzato e peer-to-peer. Tuttavia, Ripple cerca di migliorare l’attuale sistema di pagamento interbancario, piuttosto che sostituirlo.

➡️ Tecnologia: Bitcoin si basa sulla tecnologia blockchain, mentre Ripple utilizza la propria tecnologia, nota come RPCA (Ripple Protocol Consensus Algorithm).

➡️ Mining: Mentre Bitcoin dispone di miners che verificano le transazioni ed emettono nuovi Bitcoin alla blockchain, Ripple non dispone di miners. Dispone invece di un meccanismo di consenso distribuito unico che convalida le transazioni. Gli XRP sono “pre-minati”.

➡️ Emissione: Bitcoin emetterà un totale di 12 milioni di unità, mentre Ripple ne emetterà 100 miliardi. In questo modo si previene l’inflazione.

➡️ Tempi di transazione: Bitcoin può gestire da tre a sei transazioni al secondo, mentre Ripple può gestire 1.500 transazioni al secondo e scalare fino a 50.000 transazioni al secondo.

Chi c'è dietro Ripple?

Sebbene Ripple sia stato ideato nel 2004, l’idea non ha preso piede fino al 2013, quando Jed McCaleb, programmatore oltre che imprenditore, ha presentato il progetto a un gruppo di investitori. Tra questi si trovava Chris Larsen, un investitore informale e il più ricco cripto-investitore del mondo.

Cos'è l'Algoritmo di Consenso del Protocollo di Ripple (RPCA) e come funziona?

Come già detto, il Ripple non si basa sulla tecnologia blockchain, ma possiede una propria tecnologia proprietaria: il Ripple Protocol Consensus Algorithm (RPCA). Il consenso si applica all’accordo tra tutti i nodi.

A cosa servono i Ripples??

Per scambiare valute in cambio di una commissione bassa. Attualmente, ci sono molte valute che non possono essere convertite tra loro e le banche utilizzano il dollaro americano per mediare tale cambio; questo raddoppia la commissione dell’operazione (c’è una commissione per la conversione di ‘A’ in USD, e anche per la conversione di USD in ‘B’). Pertanto, Ripple funge da mediatore ed è più economico del dollaro americano.

Per transazioni internazionali veloci. Il tempo è di 4 secondi, a differenza della ora necessaria per il Bitcoin o dei giorni impiegati dai sistemi bancari.

Come ecosistema di pagamento. Per creare nuove valute ed effettuare transazioni rapide ed economiche con esse.

Alcune recensioni su Ripple

Il suo protocollo è troppo centralizzato. Le criptovalute nascono con l’obiettivo di evitare la centralizzazione, il controllo. Ripple, tuttavia, è una valuta destinata a risolvere i problemi bancari. Un esempio di questa mancanza di decentralizzazione è: poiché tutti i Ripples sono già pre-minati, gli sviluppatori possono decidere quando e quanto rilasciare, così come non farlo. Questo significa che investire in Ripple è come investire in una banca. D’altra parte, le transazioni in Ripple possono essere congelate, cosa che va totalmente contro i principi di base delle criptovalute.

Può essere considerato un monopolio, dato che Ripple Labs possiede il 61% della valuta.

❎ Mentre ci sono già banche che usano Ripple, nelle transazioni usano denaro reale, piuttosto che Ripple. Pertanto, non si sa in che misura le banche siano coinvolte.

Logo Bitcoin
Logotipo Ethereum
Logo Ripple
Logo IOTA
Logo Gram
Logo Polkadot
Logo Kusama
Logo Filecoin